Sfruttare le proprietà della malva in combinazione con quelle del cannabidiolo consente di rendere la tisana malva più efficace, senza contare che gli amanti degli infusi di malva possono in questo modo contare su una miscela di fiori di malva e canapa sativa molto gradevole.

Malva proprietà

La Malva, il cui nome scientifico è Malva Sylvestris ed appartiene alla famiglia delle Malvaceae ha origine europee. E’ considerata una pianta officinale ed in erboristeria si utilizzano non solo i fiori di malva ma anche le radici e le foglie. La combinazione e di foglie fiori e radici consente di sfruttare al meglio le proprietà della malva.
Le proprietà della malva sono dovute ai principi attivi contenuti nella pianta: flavonoidi, tannini, mucillagini, antociani, sali minerali e vitamine A, B1 e C.
I fiori, e le foglie della malva, sono ricche di mucillagini, che conferiscono alla pianta proprietà emollienti, antinfiammatorie e lenitive. Il beneficio è per tutti i tessuti molli del corpo.
Le mucillagini, contenute nei fiori di malva, hanno dimostrato di esercitare un’azione antiflogistiche sulle mucose con cui vengono in contatto.
Per questa ragione, l’impiego delle proprietà della malva è comprovato per il trattamento di infiammazioni del cavo orofaringeo e nel caso di tosse e bronchiti.
Le proprietà della Malva ne suggeriscono l’uso anche per alleviare la tosse. Nelle forme catarrali per lenire le infiammazioni delle prime vie aeree. Inoltre, le proprietà della malva sono utilizzate per idratare, sfiammare il colon e depurare l’intestino. Grazie alla sua dolce azione lassativa, i fiori di malva consentono di regolarne le funzioni intestinali. Non è infatti raro ritrovare la malva anche all’interno di preparazioni con azione emolliente e lenitiva del tratto gastroenterico e delle vie urinarie.

tisana malva e canapa sativa

Proprietà del cannabidiolo

Il cannabidiolo, il cui acronimo è CBD, è il metabolita della Cannabis. Il cbd è la seconda sostanza più abbondante nei fiori di canapa, dopo il THC.
A differenza del THC, però, il cannabidiolo non è psicoattivo, non crea assuefazione e possiede notevoli capacità rilassanti, antinfiammatorie e antidolorifiche, come riportato dall’OMS e dal British Journal. Il cbd non è un farmaco, cosi come tutti i prodotti che lo utilizzano come principio attivo.
Grazie alla sue proprietà, il cannabidiolo ha suscitato da qualche tempo grande interesse da parte della comunità scientifica. Il suo potenziale terapeutico, viene utilizzato per il trattamento di diverse problematiche del benessere. In primis ansia, infiammazioni e dolori.
Per sfruttare le proprietà benefiche e non farmacologiche del CBD, sicuri di non dover affrontare le controindicazioni del THC, possiamo utilizzare la canapa sativa. Ricordiamo che la canapa sativa è una particolare varietà di cannabis. La canapa sativa è riconosciuta dalla Comunità Europea in circa 50 fenotipi. In questi fenotipi selezionati il THC è al di sotto della soglia drogante, stabilita per legge. La ricerca scientifica e la letteratura forense ha stabilito che l’effetto drogante si attiva con concentrazioni di THC superiori allo 0,5%. Vi starete chiedendo cosa centrano le proprietà della malva con quelle del cannabidiolo. Bene nel paragrafo successivo troverete la risposta a questa lecita domanda. 

cannabidiolo

Tisane Malva a base di fiori di malva e cannabidiolo: Infusi di malva

La proprietà della malva (lenisce i dolori e le infiammazioni in modo naturale) combinate con quelle del cannabidiolo ci suggeriscono di utilizzare miscele di canapa sativa e fiori di malva per preparare tisane malva con effetto lenitivo. Antitosse e lenitivo espettorante, sia per la gola che per le prime vie respiratorie, oltre che decongestionante per le vie intestinali.
Studi recenti hanno dimostrando le elevate proprietà della malva anche come rigenerante cellulare. Quando queste sono combinate con il cannabidiolo presente nella canapa sativa, si stimola in modo naturale il corpo a produrre cellule nuove, contrastando il formarsi di quelle cattive.

Come preparare infusi e sfruttare le proprietà della malva

Tisana depurativa, lenitiva delle infiammazioni e dolori.
Se avete la fortuna di abitare in campagna, raccogliete i fiori di malva e qualche foglia di questa fantastica piante per preparare la vostra tisana e sfruttare le proprietà della malva bevendo un’ottima tisana. Combinando i fiori di malva e le foglie con la  canapa sativa ad alto contenuto di cbd, otterrete un efficace preparato in gradi di lenire le infiammazioni. Verificate che la canapa sativa provenga da coltivazioni BIO certificate sia per contenuto di THC sia per fenotipo di appartenenze del fiore. I fiori e le foglie della malva si raccolgono tra luglio e agosto, si fanno seccare e si mettono in vasetti di vetro per la conservazione.
Se abitate in città e non siete avvezzi a scampagnate, ma amate la natura ed i rimedi naturali, niente paura Inflorescenze ha già fatto il lavorato per voi proponendo una particolare TISANA ANTINFIAMMATORIA.
La tisana alla malva e canapa antinfiammatoria di inflorescenze si prepara facendo bollire dell’acqua, lasciando poi in infusione un cucchiaino circa di miscelata di erbe officiali per ogni tazza preparata per cinque minuti.
Sorseggiare il preparato caldo con un cucchiaino di miele per dolcificare.
Le proprietà della malva e della canapa sativa ci consentono di disporre, se opportunamente miscelate, di un’ottima tisana toccasana per i nostro benessere.

prodotti alla canapa sativa
0
    0
    Il tuo Carrello
    Il tuo Carrello è vuotoTorna allo Shop