Cannabis legale, Cannabis Italia (in), legalizzazione della cannabis, effetti cannabis, sono temi attuali e di grande interesse su cui l’informazione rivolta ai più scarseggia e quella che circola è confusa.

Per parlare nel merito delle cose, infatti, è necessario essere in grado di fare dei distinguo. Le opportunità economiche legate al  recupero di una filiera che è stata importante in Italia e alla conseguente commercializzazione dei derivati della canapa sono sensate solo se ci si riferisce alla cannabis legale, alla canapa sativa industriale.

Le opportunità legate alla canapa sativa / legale

La canapa sativa, cannabis legale, può offrire all’economia italiana numerose applicazioni industriali “Green”. Lavoro, crescita economica, minor dipendenza dai derivati del petrolio e, grazie agli effetti cannabis sativa sul benessere della persona, risolvere disturbi molto diffusi. Ad esempio  ansia, stress ed insonnia, insomma ci consente di vivere meglio. Parlare di legalizzazione della cannabis ha senso quindi se ci si riferisce alla canapa sativa.
Ma si potranno cogliere queste nuove opportunità solo quando saremo in grado di: 1) uscire dalla battaglia ideologica tra droghe leggere e legalizzazione cannabis, 2) distinguerne gli effetti a seconda che si tratti di canapa sativa o di marijuana. 

l’ASL informa su Cannabis effetti (Marijuana)

La riflessione nasce da un opuscolo informativo curato dell’ASL della città di Torino. L’opuscolo è distribuito presso alcuni punti dislocati nel centro cittadino in cui è possibile fare gratuitamente l’alcool test.
In questi punti viene data informazione su tutto ciò che può alterare lo stato vigile dei ragazzi durante la guida. Oltre al test sui livelli di alcol nel sangue, vengono fornite informazioni anche su cannabis e fumo da tabacco.
Sorvoliamo sugli effetti dell’alcool, più che noti, per concentrarci invece sugli effetti della cannabis, confrontandoli con quelli del fumo del tabacco.
Vi invitiamo ad un’attenta lettura dei due opuscoli informativi in distribuzione. Il primo su effetti cannabis e l’altro su effetti tabacco. Per vostra comodità li riportiamo qui di seguito.
Precisiamo che si fa esplicito riferimento alla cannabis indica. Cioè alla marijuana, in cui è presente l’effetto psicoattivo del THC. La cannabis sativa o cannabis legale, invece, per legge non ha concertazioni di THC droganti ed è quindi priva di qualunque effetto psicoattivo. La cannabis sativa offre tutti i benefici del cannabidiolo ansiolitico, sedativo e antinfiammatorio / antidolorifico naturale.
Ritornando agli opuscoli informativi, osserviamo che pur riferendosi alla marijuana tra gli effetti cannabis indicati non c’è la dipendenza fisica, neanche nei casi di utilizzo prolungato. Si evidenzia esclusivamente una dipendenza psicologica con conseguenze da astinenza minori: nervosismo e irritabilità. 

Cannabis effetti

L'ASL informa sugli effetti del tabacco da fumo

Tutt’altra storia per il tabacco. Oltre al lungo elenco delle sostanze dannose per la salute presenti nella sigaretta, ed in grado di causare danni cardiaci e respiratori, si evidenzia la dipendenza fisica dalla nicotina. In caso di astinenza si affrontano all’incirca le stesse conseguenze segnalate per la cannabis. Quello che colpisce è che il tutto è riportato in grassetto, come ad evidenziare ulteriormente la pericolosità del tabacco da fumo.
Stupisce osservare come Tabacco ed alcol sono di libero commercio, al contrario della cannabis Italia (in) intesa come marijuana. E questo accade pur essendo di gran lunga più dannosi per la salute.

effetti della nicotina
contenuto sigaretta

Canapa sativa, non ci sono effetti dannosi per la salute

La canapa sativa non ha effetti negativi accertati. La canapa industriale, di cui l’Italia è stata fino agli inizi degli anni 40 uno dei maggiori produttori mondiali, ha da sempre rappresentato una fonte preziosa di risorse per la nostra economia. I cannabis effetti, se parliamo di quella sativa, non creano dipendenza neanche nel caso di uso prolungato, sono privi di efficacia psicoattiva e non alterano le nostre funzioni mentali.
Se pur contrari alla legalizzazione cannabis osserviamo che, nel caso si dovesse verificare anche in Italia la stessa ondata di liberalizzazione che ha travolto l’America negli ultimi anni, la canapa non causerebbe nessuna delle controindicazioni dannose per la salute invece accertate per alcool e tabacco. Alcol e tabacco, al contrario della cannabis, sono sempre state di libero commercio in Italia ed il loro utilizzo semplicemente ristretto a consumatori maggiorenni, consapevoli.

Un danno non distinguere la canapa legale dalla marijuana

Alla luce delle evidenza scientifiche e mediche, riportare anche sugli opuscoli informativi di cui al nostro articolo, facciamo ancora più fatica a comprendere l’accanimento contro la canapa sativa. Oltre a non presentare gli stessi effetti dannosi per la salute, potrebbe rappresentare una risorsa importante per il nostro benessere. Dare un nuovo impulso all’economia italiana, stagnante da molti anni. Ci liberebbe, inoltre, dalla morsa della plastica, grazie alla fibra di cui è ricco il fusto della pianta. Favorirebbe un ritorno al primario, sbocco importante in un momento in cui il lavoro è una condizione di cui godono sempre meno fortunati.
La scarsa e confusa informazione sulla canapa, figlia di preconcetti e disinformazione creata ad arte in molti anni di proibizionismo, non aiuta a far comprendere le opportunità che offre la canapa legale. Neanche a distinguere quest’ultima dalla marijuana. 

Conclusioni

La strenua lotta alla liberalizzazione della cannabis e la cannabis light diffusa dopo la promulgazione della legge 242/2016, distolgono l’attenzione dal potenziale economico e di benessere della cannabis sativa e creano la contrapposizione di tutti quelli che, figli di una cultura orami superata, parlano di droga sempre e comunque senza fare distinguo.
A farne le spese rimane la canapa sativa o canapa industriale ed il potenziale non colto dei suoi effetti benefici su salute ed economia.
Quanto accaduto in questi giorni con l’emendamento sulla cannabis sativa, prima inserito nelle legge di bilancio e poi rigettato dal presidente del senato, ne è la riprova più lampante.
In questo contesto, Inflorescenze ritiene importante informare e lasciare, ad un consumatore informato e consapevole, la possibilità di cogliere i benefici della canapa sativa. La canapa sativa è da sempre una risorsa preziosa per l’uomo ed è stata per lungo tempo una eccellenza della filiera agricola italiana.

©Inflorescenze.it

Prodotti correlati